Domani a mezzogiorno, dopo vari mesi di attività e preparazione secondo un piano industriale predisposto dalla società di consulenza direzionale, riapre il Casinò di Campione. La ripartenza avverrà con la formula del “Tutto in un Touch” che permette con un semplice tocco veloce di entrare nelle sale, giocare, partecipare alle numerose promozioni sul piatto e a tutto ciò che la nuova tecnologia è in grado di offrire. Semplicemente registrandoti al tuo primo ingresso, potrai accedere per sempre e con un semplice tocco, a tutti i servizi della Casa da Gioco senza né code né attese.

Non mancheranno i tavoli più classici con l’intera gamma dei giochi già presenti in passato. Tradizione ed innovazione le parole chiave del rinato Casinò. Ci saranno tavoli di Roulette Francese, di Fair Roulette, il tradizionale Trente et Quarante per i fedelissimi estimatori e tavoli di Chemin de Fer il gioco principe della tradizione francese. Non mancheranno neanche i tavoli di Black Jack, Punto Banco, Poker Caraibico e Russo con quella velocità di gioco particolarmente gradita ai giovani. Il parco Slot Machines merita un discorso a parte e qui la spinta tecnologica la fa da padrone. Tutto molto semplice con la formula “Tutto in un Touch”, in un’armonia di luci e di comfort che amplifica la sensazione di essere in un mondo magico.

Secondo quanto riporta espansionetv.it, da quando lo scorso giugno il Tribunale di Como ha dato il via libera alla riapertura dello storico Casinò di Campione, chiuso da luglio 2018, l’amministratore unico Marco Ambrosini ha costruito e condotto un complesso e articolato percorso per mettere in fila tutti i tasselli necessari a raggiungere questo risultato. Durante le attività di questi mesi finalizzate alla riapertura, un team multidisciplinare di professionisti ha assistito la società.

“La riapertura del Casinò di Campione d’Italia è un traguardo collettivo – si legge nel comunicato diffuso in queste ore – a cui i sindacati, con i quali in questi mesi è stato scritto il nuovo contratto di lavoro, hanno svolto la loro parte”.

Il nuovo contratto di lavoro riflette infatti gli elementi di flessibilità e contenimento dei costi previsti dal piano industriale approvato dal Tribunale.

La società lo scorso novembre ha emesso il bando per le nuove assunzioni. Raccolte 663 candidature a fronte di 174 posti di lavoro da coprire. Durante il mese di dicembre le due commissioni appositamente nominate hanno provveduto alla selezione del nuovo organico.

Sotto il profilo della governance a fine novembre si è tenuta la prima seduta del nuovo consiglio di amministrazione del Casinò di Campione d’Italia, composto da Erminia Rosa Cesari (presidente), Marco Ambrosini (amministratore delegato) e Carmine Garzia (consigliere).

Predisposti il nuovo statuto della Società e il testo della nuova convenzione che regola i rapporti tra la proprietà. Cioè Comune di Campione d’Italia e la società di gestione del Casinò. Come previsto dal Piano approvato dal Tribunale, i trasferimenti dalla Casa da Gioco al Comune nel periodo 2022-2026 saranno compresi tra i 500 mila euro (2022) ed i 2,5 milioni di euro (2026). La società ha definito anche gli altri contratti funzionali alla ripresa dell’attività, tra i principali quello di videosorveglianza, manutenzione impiantistica dell’immobile, pulizie e altre forniture. Proseguiranno i contatti e gli approfondimenti per la ricerca dei partner cui affidare la gestione della ristorazione e degli spazi commerciali.