(Jamma) Slot e Vlt , oltre a videogiochi e apparecchi da intrattenimento in genere (compresi quelli senza vincita in denaro) vietati nelle zone interessate dal sisma dell’agosto scorso almeno fino al 31 dicembre 2017.

E’ quanto prevede un emendamento al decreto-legge recante interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma.

La proposta, sostenuta da alcuni senatori del Pd, è stata depositata in Commissione Bilancio e verrà votata in fase di conversione in legge del decreto del governo. Si tratta di una misura inserita in un pacchetto di emendamenti all’articolo sulle disposizioni in materia di trasparenza.

Se la misura dovesse essere votata favorevolmente dal Parlamento i comuni interessati dal divieto saranno 62, distribuiti tra Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo.

Un altro emendamento, a firma del senatore Luciano Uras (SEL) chiede la semplificazione degli adempimenti delle imprese che operano nel settore del gioco pubblico nella fase di acquisizione del gettito erariale consentendo una rapida immissione dei valori attraverso la conservazione degli scontrini delle giocate anche con il ricorso ad adeguati strumenti tecnologici “ferme le esigenze di controllo dell’Amministrazione finanziaria”.

Mirabelli (Pd) su proposta divieto slot nelle aree del sisma: “Persone in difficoltà più esposte ai rischi del gioco”

Commenta su Facebook