(Jamma) – Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Calabria, Sezione Staccata di Reggio Calabria ha respinto un ricorso per l’annullamento, previa sospensione dell’efficacia, della nota emessa dalla Prefettura di Reggio Calabria relativa all’informazione antimafia emessa nei confronti di una sala giochi.

Per i giudici “escluso che, nel quadro della sommaria delibazione propria della presente sede cautelare, le doglianze articolate con il mezzo di tutela all’esame evidenzino prima facie profili di fondatezza, sì da consentire un positivo apprezzamento del fumus boni juris inerente alla formulata istanza cautelare, avuto riguardo ai plurimi e circostanziati elementi tenuti presenti dall’Autorità ai fini della prognosi di infiltrazione configurata nell’interdittiva gravata, e richiamate le coordinate di legittimità che paiono assistere siffatto provvedimento in punto di logicità e ragionevolezza, alla stregua della natura intrinsecamente ed altamente preventiva (…) il Tar respinge la domanda cautelare”.

Commenta su Facebook