(Jamma) – Il Tar Lombardia ha sospeso il provvedimento con il quale il Comune di Milano ha sanzionato un punto gioco per inosservanza degli orari per le slot ritenendo “che sussista il necessario fumus boni iuris solo in relazione al secondo motivo di gravame, atteso che le violazioni citate nel provvedimento oggetto della presente impugnazione,  a prescindere dall’obiettivo disvalore delle stesse, precedono di molti mesi l’atto di diffida, notificato all’istante il 21 giugno 2016, mentre le successive violazioni riferite dalla difesa del Comune intimato sono state commesse successivamente all’adozione del provvedimento di sospensione e potranno, semmai, rilevare per la successiva ed eventuale attività sanzionatoria dell’Amministrazione”.

Commenta su Facebook