Diciotto anni fa, il 16 agosto 2003, un ragazzino portoghese di 18 anni faceva il suo esordio all’Old Trafford con la maglia numero 7 del Manchester United, la più iconica in casa Red Devils. Entrato al posto di Nicky Butt, Cristiano Ronaldo giocò 5 minuti al fianco di Ole Gunnar Solskjaer, che venne a sua volta sostituito da Djemba Djemba. Domani pomeriggio, sempre all’Old Trafford ma con il Newcastle come avversario, i due amici si ritroveranno insieme con la divisa dello United: uno sempre con la sua maglia numero 7, l’altro in panchina a dirigerlo e guidarlo.

CR7 inizia dunque la sua seconda vita in Premier League sfidando i Magpies bianconeri contro i quali ha uno score quasi perfetto: 11 incontri, 10 vittorie e un solo pareggio. Il bilancio personale del portoghese contro il Newcastle parla di 6 gol e 5 assist. Numeri inequivocabili tanto che gli specialisti di Sisal Matchpoint vedono Cristiano Ronaldo favorito per entrare nel tabellino dei marcatori con una quota di 1,60. In tutti i suoi esordi, con Sporting Lisbona, Manchester United, Real Madrid e Juventus, solo con i Blancos CR7 è andato a segno. La quota per il fenomeno di Funchal sale leggermente per vederlo come primo marcatore, a 3,75, mentre una doppietta per far impazzire i tifosi del Manchester United si gioca a 3,90. E un gol su punizione? Difficile ma non impossibile quando si tratta di Cristiano Ronaldo tanto che l’ipotesi pagherebbe 16 volte la posta.

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.