Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) L’organismo internazionale per l’ integrità delle scommesse ESSA sarà impegnato in tre nuovi progetti contro il MatchFixing finanziati dal programma Erasmus + della Commissione europea.

L’annuncio, dato in occasione della settimana dello Sport che si concluderà il 30 settembre, da Khalid Ali, Segretario Generale per ESSA, fa saper che : “Questi progetti avranno un impatto positivo e significativo sulla lotta contro la manipolazione dei risultati delle partite. Essi rappresentano una parte importante dell’obiettivo di ESSA per proteggere i nostri membri, i consumatori e gli eventi sportivi dalla corruzione sulle scommesse, in collaborazione con i principali soggetti interessati”. “Saremo lieti di collaborare con i nostri partner e di contribuire pienamente a tutti i progetti in cui siamo coinvolti “.

L’obiettivo del nuovo progetto Erasmus + è quello di combattere la minaccia del cross-border match-fixing fornendo il primo sistema europeo di whistleblowing guidato da atleti. Attuato nella prima fase per sette paesi e su cinque diversi sport, lo strumento di reporting  incoraggerà gli atleti a segnalare approcci e sospetti di MatchFixing.

L’ESSA sarà inoltre coinvolto nei progetti T-PREG e Fundacja Ekstraklasy . L’Università Cattolica Milano e quella di Lisbona coordineranno il progetto T-PREG per elaborare un programma di workshop, rafforzando il know-how sui sistemi di segnalazione su tutti i livelli dello sport in almeno cinque paesi dell’UE. Il programma polacco gestito da Fundacja Ekstraklasy condurrà una valutazione globale delle motivazioni che portano a fenomeni di match-fixing nel calcio europeo cercando di attuare azioni preventive.

 

Commenta su Facebook