Il calcio, spesso, propone delle storie bizzarre. Inter e Juventus, in 98 anni e 229 sfide, solo in tre occasioni si sono affrontate quando in palio c’era un trofeo. Due finali di Coppa Italia, entrambe appannaggio dei bianconeri nel 1959 e nel 1965, e una finale di Supercoppa, nel 2005, quando a trionfare furono i nerazzurri. Così, domani sera a San Siro, Inter e Juventus si affrontano per conquistare la Supercoppa Italiana, primo trofeo della stagione: secondo gli esperti di Sisal Matchpoint, i campioni d’Italia partono nettamente favoriti a 1,75 rispetto al 4,00 dei ragazzi di Allegri mentre per il pareggio si sale leggermente fino a 4,10. L’Inter, che non alza il trofeo dal 2010, è favorita anche per il successo finale, 1,47 contro il 2,50 della Juventus. È una gara che dovrebbe avere il suo epilogo al novantesimo anche se i tempi supplementari, offerti a 4,00, e i rigori, in quota a 7,50, non sono da escludere. I ragazzi di Allegri giocheranno per la decima volta consecutiva la finale di Supercoppa: il bilancio parla di 5 vittorie e 4 sconfitte. Handanovic e compagni, oltre al trofeo, avranno una doppia motivazione visto che, negli ultimi 12 incroci con i bianconeri, hanno vinto solo una volta, 2-0 in campionato la scorsa stagione. Lo stesso risultato esatto, domani sera, si gioca a 8,75 mentre quello per la Juventus pagherebbe 24 volte la posta.

Tante le assenze in casa bianconera, a cominciare da Federico Chiesa, ma Max Allegri, il quale vuole raggiungere Fabio Capello e Marcello Lippi a quota quattro successi, ha un asso nella manica, Paulo Dybala. La Joya juventina, infatti, è il marcatore All Time della competizione con 4 reti realizzate: la quinta marcatura in Supercoppa è offerta a 3,75. Da un numero 10 a un altro, da un argentino di Laguna Larga a uno di Bahia Bianca. Simone Inzaghi, ancora una volta, punta su Lautaro Martinez per portare a casa un trofeo che lui ha vinto una volta da calciatore e due da allenatore. La prima rete del Toro nella competizione si gioca a 2,50. PUBLIC

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.