Calcio
Il big match del weekend si gioca al Maradona, dove però i viola hanno già vinto ai supplementari in Coppa Italia: Osimhen in vetta alla lavagna dei possibili marcatori a 1,90. Nerazzurri per il riscatto, rossoneri in serie Under: il sesto di fila a 1,70

A sette giornate dalla fine del campionato, la volata scudetto è lanciata. Il weekend del 32° turno di Serie A consegna al Napoli l’impegno sulla carta più complicato: al Maradona, domenica alle 15, arriva una Fiorentina che, nonostante la cessione di Vlahovic nel mercato di gennaio, è rimasta a contatto con la zona Europa e deve anche recuperare una partita, quella contro l’Udinese del 27 aprile. La squadra di Spalletti, però, sogna un tricolore che a Napoli manca da 32 anni e, contro i viola, potrà contare anche sul rientro di Osimhen, che ha scontato il turno di squalifica. Le quote Snai sono tutte dalla parte degli azzurri, con l’«1» a 1,75, il pareggio a 3,80 e la vittoria della Fiorentina (che ha già sbancato lo stadio dedicato a Maradona in Coppa Italia, anche se dopo i supplementari) a 4,50. Proprio l’attaccante nigeriano, che sembra aver superato anche qualche problema muscolare accusato in settimana, è in cima alla lavagna dei marcatori: un ritorno al gol di Osimhen vale 1,90, con Insigne e Mertens che seguono rispettivamente a 2,50 e 2,75. In casa Fiorentina, invece, occhio a Piatek e Cabral, gli attaccanti chiamati a sostituire Vlahovic: un gol del polacco vale 4,00, uno del brasiliano 4,50. Nel match di Coppa Italia vinto 5-2 dalla Fiorentina, furono ben tre i giocatori espulsi: un altro cartellino rosso è quotato 3,50, con il “no” a 1,20.

Le due milanesi – L’Inter, distante quattro punti dalla vetta ma con una partita in meno, sarà la prima delle tre in lotta per lo scudetto a scendere in campo. Sabato alle 18 a San Siro i nerazzurri ospitano il Verona di Tudor, già sicuro della salvezza e costretto alla sconfitta una sola volta nelle ultime sette partite giocate. Una serie positiva, però, di cui non sembrano tenere conto gli analisti, che piazzano il successo dell’Inter a 1,35, con il pari a 5,25 e il colpo dell’Hellas addirittura a 8,25. Domenica sera, invece, tocca al Milan, di scena sul campo del Torino, con l’obiettivo di dimenticare lo 0-0 contro il Bologna che ha mantenuto i rossoneri in vetta alla Serie A ma che rappresenta un’occasione fallita. Il «2» a 1,90 è l’esito con la quota più bassa, con la vittoria granata che vale invece 4 volte la posta. Un cammino, quello del Milan, contraddistinto dagli Under: ben cinque consecutivi, gli ultimi quattro addirittura sotto la soglia dell’1,5. Un risultato con meno di due gol segnati è quotato a 3,05, con l’Under “classico” a 1,70 e l’Over a 2,00. La Juventus, dopo la delusione dello scontro diretto perso contro l’Inter, riparte da favorita a Cagliari: il riscatto dei bianconeri paga 1,60.

Post Europa – La quota più bassa del weekend, però, è quella che riguarda la Roma: i giallorossi, che arrivano dalla sconfitta di Bodo nell’andata dei quarti di finale di Conference League, ricevono la Salernitana ultima in classifica. Il ritorno alla vittoria è quotato 1,25, con il blitz dei campani addirittura a 11. L’Atalanta, invece, dopo Lipsia va a Reggio Emilia ad affrontare il Sassuolo: nello stadio che in passato ha ospitato anche le gare interne europee della Dea, Gasperini cerca il rilancio in zona Europa League, la stessa competizione che l’Atalanta proverà a vincere quest’anno. I quotisti Snai gli danno ragione: «2» a 2,05, con la vittoria del Sassuolo a 3,35 e il pari a 3,70. Cerca la qualificazione all’Europa League anche la Lazio, a Marassi contro il Genoa: pronostico tutto dalla parte di Sarri, con il «2» a 1,92, mentre il successo genoano vola a 4,25.