La domenica più attesa, e affascinante, del galoppo va in scena domenica prossima nella splendida cornice dell’ippodromo romano delle Capannelle. Il 139° Derby di galoppo metterà di fronte i migliori tre anni che, sulla pista di 2200 metri dell’impianto capitolino, cercano un posto nella storia. Perché il Derby non è una gara come le altre: il Derby non si corre, si vince. Il grande favorito della vigilia è Ardakan reduce da un ottimo secondo posto a Longchamp alle spalle di Martel. Il fuoriclasse britannico, secondo gli esperti Sisal, è il cavallo da battere visto che il suo successo, in quote antepost, è offerto a 3,00.

Ma Ardakan dovrà guardarsi da Tempesti, l’idolo di casa che potrà contare sul tifo dell’intero ippodromo. Il figlio di Albert Dock e Tender Hugs arriva al Derby sulla scia di quattro successi consecutivi, l’ultimo dei quali il Premio Botticelli proprio sulla pista di Capannelle. Il sauro italiano farà ancora coppia con quel fuoriclasse che risponde al nome di Silvano Mulas: il fantino sardo, che ha nella sua bacheca anche due vittorie al Palio di Siena, ha già trionfato nel Derby, 14 anni fa, nella prima edizione che si corse sulla distanza dei 2200 metri. La vittoria del binomio italiano si gioca a 4,00.

Prova a inserirsi tra i due favoriti l’irlandese Frozen Day che ha spesso incrociato la strada con Tempesti e sogna di prendersi una rivincita. L’allievo del team Botti vuole mostrare al resto della concorrenza le sue potenzialità dopo una serie di ottime corse dove però sono arrivati solo piazzamenti. La vittoria di Frozen Day nel Derby pagherebbe 16 volte la posta.

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.

Articolo precedenteGiochi, Operazione Trinacria: controllate 28 attività tra Sicilia e Calabria. ADM sequestra 10 slot, 1 scheda e 2 pc
Articolo successivoCamera, interrogazione PD: “Rendere noti i tempi per emanazione legge delega su riordino giochi e prorogare al più presto concessioni scommesse”