Il giudice di sedia italiano Lorenzo Chiurazzi è stato bandito nelle sue funzioni dal tennis per sette anni e sei mesi (fino all’11 febbraio 2030) dall’ITIA, l’organismo indipendente istituito dagli organi direttivi internazionali del tennis per promuovere, incoraggiare, migliorare e salvaguardare l’integrità del tennis professionistico in tutto il mondo. Stando a quanto riportato dall’ITIA, il giudice di sedia avrebbe ammesso di aver partecipato a partite truccate. In particolare, Chiurazzi avrebbe ritardato l’inserimento dei punteggi nel dispositivo elettronico, e l’inserimento di punteggi che non riflettevano i punteggi effettivi sul campo; inoltre sarebbe anche la mancata collaborazione con l’indagine ITIA e la mancata segnalazione di atteggiamenti non conformi alle regole. La questione è stata trattata in un processo dell’ITIA, che consente l’irrogazione di una sanzione senza udienza all’ammissione dei reati.

Lorenzo Chiurazzi ha replicato con un comunicato che recita: “Prendo atto della condotta tenuta dall’ITIA (pubblicazione della notizia della mia squalifica sul proprio sito, con indicazione del mio nominativo), in palese violazione della normativa europea sul diritto alla privacy (Regolamento U.E. 2016/679). Mi riservo di proporre azione di risarcimento dei danni di immagine nei confronti dell’ITIA, mediante il mio avvocato Enrico Lubrano. Ritengo, infatti, manifestamente illegittima la proposta ricevuta dalla stessa ITIA (per iscritto in data 16 agosto scorso) di mantenere la riservatezza e di non pubblicare il mio nominativo, soltanto laddove avessi fatto i nomi di altri arbitri coinvolti. Peraltro, ho fornito all’ITIA tutta la collaborazione possibile, consentendo di estrarre tutti i dati presenti sul mio cellulare e fornendo alla stessa ogni notizia di mia conoscenza”.

A tale proposito l’International Betting Integrity Association fa sapere che si deve proprio alla sua attività la segnalazione dell’attività di scommesse sospette all’ITIA su partite rilevanti per il caso. La cooperazione funziona!

Articolo precedenteLa Finlandia pronta ad aprire il mercato del gioco d’azzardo agli operatori privati?
Articolo successivoCaro-energia. Venerdì (forse) il decreto con credito di imposta al 25% e rateizzazione delle bollette