Sponsorizzazioni al calcio da parte di operatori di gioco salve, almeno fino a luglio. E’ quanto si legge nel parere espresso dall’AGCOM a proposito della norma contenuta nel decreto Dignità riguardante appunto il divieto di sponsorizzare eventi e squadre per i brand di giochi e scommesse.

Ma quanto vale ‘l sponsorizzazione’ da parte dei bookmakers sul ‘mercato’ italiano? Secondo l’ultimo Report sul calcio 2018 gli sponsor e partner totali in europa sono 3.267, di cui il 20,2% di provenienza estera. 286 sono gli sponsor di maglia, di cui il 18,6% di provienza estera. Il World Football Report 2018 di Nielsen Sports certifica che in dieci anni, tra il 2008 e il 2017, il totale degli investimenti riversati sui sei maggiori campionati europei di calcio da parte delle società di giochi e lotterie è stato pari a 633 milioni di dollari.

A livello generale, si registra che il valore delle sponsorizzazioni nei sei campionati è cresciuto del 14,3% nelle ultime sei stagioni (dal 2012/13 al 2017/18). Ragionando per settori, nella Top 15 evidenziata dallo studio Nielsen, il betting viene al nono posto, con sponsorizzazioni per 96 milioni di euro in sei stagioni e una crescita del 14%. La fetta maggiore è arrivata ai club dalle aziende di abbigliamento sportivo, impegnate per 778 milioni. Seguono gli accessori per auto (259 milioni), cresciuti in sei anni addirittura del 55%. Un incremento trainato soprattutto da due marchi di pneumatici: Yokohama (sponsor del Chelsea) e Nexen (Manchester City, Napoli e Eintracht Francoforte nel corso delle varie stagioni). In grande emersione i servizi on line, all’undicesimo posto nella Top 15 con una crescita pari al 49%. Un boom dovuto quasi esclusivamente alla giapponese Rakuten, sponsor di maglia del Barcellona, a cui versa 62 milioni di euro a stagione. La quota di sponsorizzazioni derivante dagli operatori del betting è destinata a ridursi a partire dal 1° gennaio prossimo, per l’entrata in vigore del decreto Dignità sul mercato italiano. Il provvedimento, diventato legge nell’agosto scorso, proibisce ogni sponsorizzazione da parte di aziende di gioco.

In Italia, secondo quanto dichiarato dal presidente della Lega Gaetano Miccichè nel luglio scorso, solo nella passata stagione dodici squadre su venti hanno avuto contratti di sponsorizzazione con le società di betting.

Questa misura provocherebbe infatti perdite soprattutto per le squadre di calcio che dagli sponsor legati alle scommesse incasserebbero ogni anno circa 100 milioni di euro.

Nella stagione 2018/19, proprio a seguito dell’entrata in vigore del decreto approvato nel luglio scorso, le sponsorizazzioni dai brend di giochi e scommesse hanno registrato una netta riduzione, specie nel calcio in Serie A. Ad oggi i team italiani che possono contare su queste sponsorizzazioni sono 14 su 20 , ma ovviamente con un ruolo ridimensionato rispetto al passato.

Per anni la Bwin ha sponsorizzato tutto il campionato di Serie B, prima di trovare accordi anche con Milan e Inter. La Snai è stata legata alla Roma, Betfair alla Juventus, Planetwin365 al Napoli ed Eurobet a Lazio, Cagliari, Udinese, Sampdoria e Genoa.

In controtendenza Eurobet fino allo scorso anno sponsorizzava cinque sqadre di calcio, e che nella nuova stagione compare a fianco di 8. L’operatore di scommesse è infatti sponsor di Atalanta, Cagliari, Chievo, Empoli, Fiorentina, Genoa, Sampdoria e Udinese.

Astarcasinò ha scelto di supportare Milan e Atalanta. Bwin è ancora sponsor di Inter, Betfair ha confrmato il contratto a Juventus, MarathonBet sostiene la Lazio, Betway la Roma e Sportpesa il Torino. Negli ultimi mesi, proprio a causa della stipula di questi contratti, non sono mancate le polemiche. Nel luglio scorso la Roma, in concomitanza con le prime indiscrezioni sulla norma, ha presentato un nuovo sponsor per le divise di allenamento. Betway è infatti diventato l’Exclusive Training Kit Partner della società giallorossa fino alla stagione 2020-21 per un totale di 5 milioni di euro a stagione.

In Spagna è quasi en plein

Se si esclude la Real Sociedad, le altre 19 squadre della Liga hanno tutte un accordo pubblicitario con le società di scommesse. Tra queste 19 squadre, la società con più presenza è Bet365 , che ha accordi con dieci club: Athletic Club, Celta, Eibar, Espanyol, Getafe, Huesca, Rayo Vallecano, Betis, Valladolid e Villarreal. Betway ne segue con tre: Alavés, Leganés e Levante. Betfair (FC Barcelona e Sevilla) e Bwin (Atlético e Valencia) ne hanno due e Codere (Real Madrid), Marathonbet (Girona) ed El Dorado (Huesca) ne hanno uno.

Commenta su Facebook