Si parla dei calciobalilla italiani anche sul quotidiano britannico The Times. Il giornalista Tom Kington ha realizzato sul tema un articolo dal titolo “Italy’s cafés cry foul over tax on table football“. Si legge: “I proprietari di bar sulla spiaggia, come questo al Lido di Jesolo, in provincia di Venezia, dovranno richiedere l’autorizzazione per le partite al calciobalilla. L’autorità fiscale italiana ha riclassificato il calcio balilla come un’attività di gioco d’azzardo simile alle slot machine, costringendo i proprietari di bar sulla spiaggia a richiedere l’autorizzazione per gestirli quest’estate e a pagare una tassa”.

Sulla questione è intervenuta anche Paola Binetti (FIBP-UDC), la senatrice che ha già più volte criticato il provvedimento in parlamento: “I proprietari non copriranno mai il pagamento delle tasse con i miseri guadagni che ottengono dai giochi, quindi se ne stanno sbarazzando”.

Articolo precedenteToscana, Merlotti (PD): “Assurdo equiparare il calciobalilla al gioco d’azzardo”
Articolo successivoDossier su decreto Pnrr 2: introduzione lotteria degli scontrini istantanea, ecco tutti i dettagli