Queste le proposte uscite dalla cabina di regia:

  • coprifuoco: slitta alle 23 da domani sera (18 maggio), dal 7 giugno a mezzanotte, dal 21 giugno abolito
  • nelle regioni bianche abolito il coprifuoco dal primo giugno
  • matrimoni: il 15 giugno via libera all’aperto e al chiuso con «green pass»
  • palestre: apertura dal 24 maggio
  • sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò: apertura dal 1° luglio
  • piscine al chiuso e centri termali: apertura dall’1 luglio
  • centri commerciali aperti dal prossimo weekend del 22
  • bar: si potrà consumare al bancone dall’ 1 giugno
  • ristoranti: dall’1 giugno si potrà cenare al chiuso
  • impianti da sci: riaprono il 22 maggio alle condizioni indicate dalle linee guida
  • corsi di formazione: via libera dall’1 luglio
  • congressi: ok dal 15 giugno con «green pass»
  • parchi tematici e di divertimento: riaprono il 15 giugno
  • centri culturali, centri sociali e centri ricreativi: riapertura dal 1 luglio
  • sale da ballo, discoteche e simili, all’aperto o al chiuso: le attività restano sospese
  • presenza di pubblico in eventi e competizioni sportive: la presenza di pubblico è autorizzata per tutti gli eventi e competizioni sportive dal 1 giugno all’aperto e dal 1 luglio al chiuso nei limiti già fissati (capienza non superiore al 25% di quella massima e comunque non superiore a 1000 persone all’aperto e 500 al chiuso), e non più limitatamente alle competizioni di interesse nazionale.

Queste sono le proposte discusse nel corso della riunione della ‘cabina di regia’, poi dovranno essere tradotte in decreto all’attenzione del Consiglio dei Ministri che si dovrebbe tenere alle 18.30.

Alla cabina di regia politica, convocata a Palazzo Chigi, hanno partecipato in presenza il premier Mario Draghi, i ministri Speranza, Gelmini, Giorgetti, Franceschini, Patuanelli e Bonetti e il sottosegretario Garofoli. Presenti per il Comitato tecnico-scientifico il portavoce Brusaferro e il coordinatore Locatelli.