Nuovo progetto di legge da parte della Francia inviato alla Commissione Europea. Il testo riguarda i “Requisiti tecnici previsti all’articolo 32 del decreto n. 2010-518 del 19 maggio 2010 modificato relativo all’offerta di giochi e scommesse da parte degli operatori di giochi e alla trasmissione all’autorità nazionale per la regolamentazione dei giochi di dati derivanti dai giochi”. Il regolare periodo di stand still, della durata di tre mesi, terminerà il prossimo 5 ottobre.

Il progetto notificato definisce diversi requisiti tecnici che gravano sugli operatori autorizzati dall’autorità nazionale per la regolamentazione dei giochi (ANJ, Autorité nationale des jeux) e su coloro che, in quanto titolari di diritti esclusivi, propongono di giocare tramite un conto.

Spetta quindi a questi ultimi svolgere l’attività di archiviazione, in tempo reale, su un supporto fisico, di diverse serie di dati. Il progetto descrive le caratteristiche del suddetto supporto, in particolare le garanzie di sicurezza di cui deve essere fornito, i metodi di archiviazione da questo consentiti, nonché la procedura di estrazione dei dati in esso contenuti seguita dagli addetti dell’autorità. Sono descritti gli eventi da archiviare, nonché i campi e i codici che servono per tale archiviazione. A questo proposito, si tiene conto dei tipi di giochi in questione (giochi di scommesse sportive, giochi di scommesse ippiche, giochi di poker, giochi della lotteria). Il formato file obbligatorio è XML.

I presenti requisiti tecnici organizzano inoltre la messa a disposizione, periodicamente o su richiesta, di vari dati all’autorità, in particolare al fine di consentire a quest’ultima di esercitare un controllo continuo sugli operatori di cui regola le attività. Il documento è completato da allegati nei quali sono descritte le principali situazioni che gli operatori potrebbero riscontrare.

La legge n. 2010-476 del 12 maggio 2010 modificata e relativa all’apertura alla concorrenza e alla regolamentazione del settore dei giochi d’azzardo e delle scommesse online, prevede che gli operatori di giochi d’azzardo e di scommesse online e gli operatori titolari di diritti esclusivi debbano mettere a disposizione dell’autorità nazionale per la regolamentazione dei giochi vari dati, nei casi e secondo i metodi definiti da quest’ultima. L’articolo 32 del decreto n. 2010-518 del 19 maggio 2010 modificato e relativo all’erogazione dell’offerta di giochi e scommesse da parte degli operatori autorizzati di giochi o scommesse online prevede, per l’applicazione di tali disposizioni legislative e di quelle del presente decreto, che l’autorità nazionale per la regolamentazione dei giochi determini i requisiti tecnici che ne conseguono per l’operatore.