“La pandemia, però, non ci ha portato solo il virus, ma è diventata portatrice anche di altre patologie, come l’aumento delle sindromi depressive, l’autolesionismo, l’incremento dei reati legati al social, alla pedopornografia online, la dipendenza dai videogiochi. I nostri bambini e i nostri ragazzi sono stati tra i soggetti che hanno più sofferto questa situazione”. Così Patrizia Marrocco (FI) in Aula alla Camera nell’ambito della discussione della mozione Lattanzio, Casa, Gobbato, Marrocco, Occhionero, Muroni ed altri concernente iniziative in materia di definizione del Piano nazionale per l’infanzia e l’adolescenza e ulteriori misure in campo educativo ed economico a favore dei minori.

Articolo precedenteSangalli (Confcommercio) a La Stampa: “Stop chiusure, negozi e imprese sono allo stremo”
Articolo successivoLegge europea 2019-2020, Dossier Servizio Studi: “Qualifiche professionali ippiche già garantite nella loro libera circolazione da accordi internazionali”