“Mi state scrivendo in tantissimi chiedendomi aggiornamenti sulle corse ippiche. Quello che posso dirvi, ad ora, è che tutto ciò che competeva al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali è stato fatto per tempo. Abbiamo consegnato il protocollo da attuare, dopo averlo condiviso con la filiera, e attendiamo ora che si esprima il Comitato Tecnico Scientifico. Comprendo la voglia di ripartire – sono il primo a volerlo – ma dobbiamo confrontarci con la realtà del Covid-19 e con le dovute prescrizioni sanitarie per limitare la diffusione dell’epidemia. Continueremo a far valere le nostre ragioni per la ripresa delle corse”. Così su Facebook il sottosegretario al Mipaaf con delega all’ippica, Giuseppe L’Abbate (nella foto).

“Noto che qualcuno preferisce i grandi proclami e i paroloni del passato, che ci hanno condotto all’attuale situazione dell’ippica italiana. Mi spiace ma io lavoro e ragiono su un altro stile, quello dei fatti. Tutto ciò di cui do notizia è frutto di qualcosa di reale. Riforma dei pagamenti, riforma delle scommesse, riforma della governance, rilancio della comunicazione, nuovo appalto tv: ogni tassello fa parte di un percorso portato avanti a testa bassa e su cui io non mi fermerò perché credo che l’ippica italiana sia un’eccellenza che possa tornare a risplendere. Mi auguro di avere accanto a me tanti amanti del cavallo e dell’ippica”.