Le nuove assunzioni autorizzate nel Decreto Milleproroghe all’esame della Camera debbono avvenire nei limiti della dotazione organica attuale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. E’ quanto fa sapere il Ministero delle Finanze.

Nessuna nuova assozione, in aggiunta, alle Dogane. Il Mef fa sapere che la disposizione contenuta nel Milleproroghe non reta una ‘espressa e necessaria deroga alle attuali disposizioni che vietano le assuzioni di personale in posizioni di soprannumerarietà’.

Advertisement

La norma all’articolo 4 del Milleproroghe all’esame della Camera modifica l’art. 6-bis del DL 109/2018, prevedendo che le assunzioni a tempo indeterminato presso l’Agenzia delle dogane e dei monopoli (40 unità di personale di III area, F1, e 20 unità di personale di III area, F2) autorizzate dalla medesima disposizione per il 2019 a valere sulle ordinarie capacità assunzionali connesse alle cessazioni registrate nel 2018, vengano effettuate nel corso del 2020 a valere sulle ordinarie capacità assunzionali connesse alle cessazioni registrate nel 2019.

Non sembra insomma aver fatto molta presa la decisione dei dipendenti dell’Agenzia di proclamare  lo stato di agitazione.