Le autorità di Hong Kong, dove i dati sui casi giornalieri di Covid-19 restano elevati, hanno annunciato nel pomeriggio una serie di nuove misure dirette a contenere l’aggravarsi della situazione epidemica, che prevedono ulteriori chiusure di zone e locali di intrattenimento, pene più severe per chi viola le regole di distanziamento sociale e la possibilità di adottare altre restrizioni attualmente allo studio. Il capo esecutivo della Regione amministrativa speciale cinese di Hong Kong, Carrie Lam, ha illustrato le nuove politiche in conferenza stampa, definendo ancora grave il locale contesto dell’epidemia di Covid-19.

Tra le misure più severe adottate dal governo regionale, a partire da mercoledì 2 dicembre si prevede la chiusura per 14 giorni di sale giochi, locali per il karaoke, sale per il mahjong e piscine, mentre nei ristoranti il numero di clienti permessi a ciascun tavolo sarà limitato a due. Saranno inoltre vietati assembramenti di più di due persone.