C’è l’ok della Commissione Europea al “Progetto di decisione ministeriale sull’applicazione del regolamento sul gioco d’azzardo e le relative specifiche tecniche [TEP (Τεχνικών Προδιαγραφών (ΤΕΠ)] per l’organizzazione e lo svolgimento di giochi d’azzardo online” in Grecia.

Il testo – inviato dalla Grecia lo scorso 31 dicembre – ha ricevuto osservazioni da parte di Malta ed è stato approvato al termine del regolare periodo di stand still.

Il regolamento sul gioco d’azzardo e le relative specifiche tecniche (TEP) riguardano, tra l’altro, le seguenti materie, con il necessario grado di chiarezza, completezza e dettaglio: a) la specifica procedura di rilascio della licenza; b) le condizioni che devono rispettare i potenziali titolari della licenza; c) i documenti giustificativi e l’ulteriore materiale burocratico di cui dev’essere corredata la domanda di licenza; d) le specifiche tecniche dei sistemi per il gioco d’azzardo e le norme tecniche che devono rispettare in ciascun caso; e) gli obblighi dei titolari di una licenza; f) le procedure per il monitoraggio, la supervisione e il controllo, nonché per l’imposizione di sanzioni amministrative.

Il ministero delle Finanze intende applicare il regolamento sul gioco d’azzardo e le relative specifiche tecniche (TEP) per mezzo di una decisione ministeriale che sarà emanata in una raccomandazione della Commissione ellenica per il gioco d’azzardo e sarà pubblicata nella Gazzetta ufficiale a norma delle disposizioni dell’articolo 29, paragrafo 3, della legge 4002/2011 nella versione vigente.

Nello specifico, in conformità dell’articolo 29, paragrafo 3, della legge 4002/2011 (Gazzetta ufficiale 180/A), la Commissione ellenica per il gioco d’azzardo ha elaborato un progetto di regolamento sul gioco d’azzardo e le relative specifiche tecniche (TEP) per l’organizzazione e lo svolgimento di giochi d’azzardo online, al fine di adottare le pratiche e le tecniche più aggiornate per espletare le sue funzioni normative, di monitoraggio e controllo, di garantire la conformità e prevenire i reati e di adeguare quanto più possibile le sue funzioni di monitoraggio e controllo agli sviluppi tecnologici e a condizioni in costante mutamento, nonché alle specificità, alle complessità e ai rischi derivanti dalle numerose aziende operanti nel mercato del gioco d’azzardo online, nonché di tutelare l’interesse pubblico e della società.