“Ho presentato personalmente due emendamenti al governo. Il primo riguarda tutte le società e non soltanto la Lega Pro e prevede che il credito d’imposta venga reinvestito per il 50 per cento nella formazione dei giovani e per il 50 per cento nelle infrastrutture. Il secondo fa riferimento al diritto d’autore sulle scommesse: ho chiesto che l’1 per cento venga destinato allo sport italiano. Come vedete, noi sappiamo fare sistema”. Lo ha detto Gabriele Gravina, presidente della Federcalcio, durante il Consiglio nazionale del Coni.