“Berlusconi preoccupato per Dl Dignità? Forse perché abbiamo tutelato gli interessi delle fasce più deboli e non quelli delle lobby del gioco d’azzardo tanto care alle sue TV. Se ne faccia una ragione, noi continueremo a lavorare nell’esclusivo interesse delle famiglie!”.

Così il vicepremier e ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, replica alle critiche del Presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi, sul decreto dignità.

Commenta su Facebook