Il Comune di Imola, in considerazione della determinazione dell’ADM del 23 aprile, ha emanato il 27 aprile un’ordinanza che revoca la precedente dell’8 aprile scorso e la proroga dell”11 aprile e dispone per i «titolari delle attività presso cui è ammesso il gioco lecito, l’obbligo di assicurare che la clientela, prima e dopo l’acquisto/gioco, non sosti o comunque s’intrattenga all’interno dell’esercizio stesso, per evitare qualsiasi forma di assembramento».

Inoltre, con l’ordinanza «si dà atto che resta consentita la vendita delle lotterie istantanee “gratta e vinci”, presso gli esercizi per cui non vige l’obbligo di chiusura», oltre i giochi e relative decorrenze stabilite dall’Agenzia delle Dogane e Monopoli. Nello specifico «è disposta presso gli esercizi per i quali non vige l’obbligo di chiusura: dal 27 aprile la ripresa della raccolta dei giochi numerici “10&Lotto”, Millionday” “Winforlife” e “Winforlife Vincicasa” le cui estrazioni avvengono da remoto, mantenendo in ogni caso l’obbligo di spegnimento dei monitor e dei televisori; dal 4 maggio la ripresa della raccolta dei giochi “Superenalotto” “SuperStar” “SivinceTuttoSuperenalotto”, “eurojackpot” “lotto tradizionale” le cui attività estrazionali e di controllo verranno effettuate nel rispetto delle misure di sicurezza sanitaria e delle scommesse che implicano la certificazione da parte del personale dell’agenzia; dall’11 maggio la ripresa della raccolta delle scommesse su eventi sportivi e non sportivi, ivi compresi quelli simulati, mantenendo in ogni caso l’obbligo di spegnimento dei monitori e dei televisori, e della raccolta tramite dispositivi elettronici del tipo “slot machines”.