Dopo quasi tre ore di riunione è arrivato dal Consiglio dei ministri il sì al Def. Dal settore dei giochi ci si attendono maggiori entrate per 1.272 mln di euro nel 2020 e 1.231 mln nel 2021.

Nel documento viene specificato che “nel settore dei giochi è incrementato il prelievo erariale unico sugli apparecchi da intrattenimento, il prelievo sulle vincite conseguite mediante apparecchi video lottery, sono potenziati i controlli per il contrasto del gioco illegale e sono prorogate le gare scommesse e bingo. Si prevede infine l’indizione di una nuova gara per l’affidamento in concessione della raccolta mediante gli apparecchi con vincita in denaro. Complessivamente da tale settore sono attese maggiori entrate per circa 1,3 miliardi nel 2020 e 1,2 miliardi nel 2021”.

Advertisement

Le disposizioni contenute nel testo fanno riferimento ai provvedimenti in materia di giochi già approvati nella Legge di Bilancio 2020.