Una volta c’erano le sale giochi. Oggi in Italia sono attivi circa 300 centri d’intrattenimento per famiglie. Si tratta di ampie strutture, che possono raggiungere i 10.000 mq, al cui interno sono ospitate piste da Bowling, giochi per bambini e famiglie, Laser Game, spazi per festeggiamenti e ristorazione a tema. Da un anno questi impianti sono chiusi per le note disposizioni anti Covid-19, né si intravede una possibile data per la riapertura.

In un appello al Presidente Draghi l’ANBI, organizzazione di categoria di riferimento, ha sottolineato la estrema gravità della situazione economica in cui versano i gestori e le famiglie dei loro dipendenti, dopo tanti mesi di Cassa Integrazione. Alcune di queste aziende saranno purtroppo costrette a chiudere definitivamente in Primavera, perché i costi continuano a gravare sulle aziende quanto a IMU, TaRi, canoni di affitto rilevanti e utenze, che richiedono fino a 10.000 euro al mese, anche con l’attività chiusa. Assimilati dai codici Ateco alle Sale Giochi, questi grandi spazi per famiglie, nello stile dei Family Entertainment Center, o FEC americani, restano chiusi anche in Zona Bianca, mentre centri commerciali e ristoranti operano da mesi.

Marco Raganini, presidente dell’ANBI, ha dichiarato: “Le famiglie hanno bisogno di altre proposte per il tempo libero, che non si riducano solo all’affollare i parchi giochi per bambini o i centri delle città, ma permettano ai bambini di giocare in sicurezza, in ampi spazi presidiati, dove è possibile prevenire ogni forma di assembramento”.

I gestori di questi centri sono infatti disponibili a prevedere nuovi protocolli di sicurezza che ne riducano sostanzialmente la capienza, per accogliere le famiglie decuplicando il metro di distanza tra persone, attualmente previsto anche per centri commerciali o ristoranti, ai quali si accede per ore senza mascherina.

Il settore, per il quale si avvicina pericolosamente la stagione di minore attività, ha richiesto al Presidente del Consiglio di poter accedere a nuove forme di ristoro e finanza agevolata, per consentire di superare questo anno terribile ed avere qualche prospettiva per il futuro.

L’ANBI, Associazione Nazionale Bowling e Intrattenimento, rappresenta le imprese di gestione di centri d’intrattenimento per famiglie.