Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Sulla scia di quanto avvenuto recentemente a Brescia ed Orzinuovi, anche Carpenedolo (BS) mette in campo delle misure per combattere il gioco d’azzardo lecito, «una piaga sociale che ha preso sempre più piede», osserva il sindaco Stefano Tramonti.

Il Consiglio comunale ha votato all’unanimità il regolamento che disciplina la materia rendendo arduo l’uso delle slot.

In primis, come tra l’altro stabilito dalla legge regionale n°8 del 21 ottobre 2013, «è vietata l’installazione di slot machine e vlt in locali a meno di 500 metri da istituti scolastici, luoghi di culto, impianti sportivi, luoghi di aggregazione giovanile ed oratori».

Allo stesso modo non possono essere aperte sale dedicate nel raggio di 100 metri da sportelli bancari e bancomat. Infine, grazie a questo regolamento, e a un’ordinanza del sindaco, dal primo aprile non sarà consentito agli utenti di servirsi delle macchinette «mangiasoldi» in tre fasce orarie giornaliere (7.30-9.30, 12-14 e 19-21).

L’infrazione del regolamento, la cui applicazione sarà monitorata dalla Locale, comporterà sanzioni amministrative pecuniarie.
Commenta su Facebook