camera
Print Friendly, PDF & Email

“Nel Decreto Dignità, grazie alla caparbietà di Luigi Di Maio è stata inserita una ulteriore restrizione al settore dell’azzardo”. E’ quanto dichiarato dal vice presidente del gruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera, Francesco Silvestri.

“Le lobby del settore volevano che i contratti pubblicitari in essere valessero fino alla scadenza. Era previsto nella prima formulazione del comma 5. Ci siamo accorti che alcuni di questi, legati alle concessioni, potevano avere una durata fino a 9 anni. Così Luigi Di Maio al termine di un braccio di ferro è riuscito ad ottenere una ulteriore restrizione a favore della salute dei cittadini e dell’economia sana e realmente produttiva. Il periodo transitorio, per chi ha già contratti in essere firmati prima dell’emanazione del Decreto Dignità, durerà al massimo fino al 30 giugno 2019”, ha concluso.

Commenta su Facebook