camera
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Il consultorio dovrebbe rispondere in maniera personalizzata, attraverso consulenze e prestazioni specialistiche, a tutte le problematiche connesse alla sessualità, all’infertilità e alla contraccezione, alla gravidanza, alla nascita e al post partum, all’interruzione volontaria di gravidanza, alla menopausa, ai problemi andrologici, al disagio psicologico e al disagio familiare, alla ludopatia e alle dipendenze, ai fenomeni di bullismo, al disagio dei giovani, all’integrazione culturale di immigrati, alla violenza sulle donne e sui minori”.

E’ quanto scrivono in una mozione presentata alla Camera alcuni deputati Si-Sel, che aggiungono “sui problemi alimentari, sulle dipendenze e sulla ludopatia s’intraprendono politiche economiche di fatto incentivanti e non s’interviene in maniera incisiva sulla pubblicità diretta e indiretta”.

Commenta su Facebook