Il Consiglio provinciale di Bolzano ha approvato nella notte fra venerdì 17 e sabato 18 dicembre il bilancio provinciale di previsione 2022. Il bilancio di previsione rappresenta per il presidente della Provincia Arno Kompatscher (nella foto) – relatore del documento finanziario – “la base per il lavoro nel nuovo anno e la premessa per poter adottare diverse misure, fornire servizi e garantire le attività alle cittadine e ai cittadini da parte della pubblica amministrazione. Nel 2022 ci sono 6,533 miliardi a disposizione, una buona base per amministrare e plasmare l’Alto Adige in modo autonomo”. Il presidente della Provincia ha ricordato le difficili trattative finanziarie con Roma che hanno preceduto la redazione del documento: “Alla fine siamo riusciti a concludere positivamente la trattativa riuscendo a ottenere un bilancio ben dotato. In questo modo possiamo finanziare i servizi di base, anche se alcune aree dovranno essere migliorate con il bilancio di assestamento, dato che il bilancio dispone di risorse che a fronte delle esigenze non basterà nonostante le sue dimensioni”. Il presidente Kompatscher ha parlato di un “dibattito intenso, difficile in Consiglio” nel quale specialmente tre temi sono stati spesso affrontati nelle relazioni dei consiglieri: la pandemia, la sostenibilità e il bilancio stesso.

Durante l’approvazione dell’articolo 1 sullo stato di previsione dell’entrata, avvenuta con un emendamento del presidente Kompatscher, questi ha spiegato che le entrate sono per lo più tributarie, e ha fatto riferimento agli sgravi fiscali; ha chiarito che la maggior parte dell’IRAP la pagano banche e assicurazioni, e ribadito che è previsto dal maxi-emendamento un ristoro di 20 milioni compensativi. Lo sviluppo a lungo termine dipenderà da una riforma tributaria a largo raggio. Per quanto riguarda le entrate IRPEF, si prevede una leggera crescita dopo la crisi. Il presidente ha citato anche le entrate da bollo, lotterie e giochi, tabacchi, IVA (circa 900 mio. annui), e aggiunto che il programma prevede anche il finanziamento statale di funzioni delegate, in primis strade e scuola.

I tre disegni di legge relativi al bilancio provinciale (n. 100/21 – Disegno di legge provinciale: Legge di stabilità provinciale per l’anno 2022, n. 101/21, Bilancio di previsione della Provincia autonoma di Bolzano 2022-2024, e il n. 102/21 – Disposizioni collegate alla legge di stabilità provinciale per l’anno 2022) sono stati approvati dalla maggioranza del Consiglio provinciale dopo un approfondito dibattito in sessione notturna fra venerdì e sabato.