Una lettera indirizzata ai parlamentari italiani affinchè si attivino per una normativa che consenta al comparto degli apparecchi da intrattenimento senza vincita in denaro di poter continuare ad operare. Una azienda del comparto, la Powegame Italia, che opera nella gestione e allestimento di sale giochi dove non si consente la vincita di somme di denaro, ha contattato direttamente parlamentari di ogni gruppo politico spiegando l’assurda situazione che impone procedure di omologa agli apparecchi per il gioco che risulta, in molti casi, impossibile da ottenere. Calciobalilla, flipper, videogiochi e tantissimi altri apparecchi per l’intrattenimento, molti dei quali destinati ai bambini, sottoposti a norme e procedure autorizzative impossibili e frustranti. Per scaricare il testo integrale della missiva clicca qui.