Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Ancora cifre e numeri sulla spesa degli italiani per i giochi pubblici. Infodata, Sole 24Ore, si è rivolta allAgenzia delle Dogane e dei Monopoli, chiedendo ed ottenendo i dati relativi alle giocate nei Comuni nei primi sei mesi del 2017. Periodo nel quale gli italiani hanno puntato oltre 37 miliardi di euro.

Necessaria una precisazione. Questa cifra si riferisce alla raccolta, ovvero a tutti gli euro che vengono puntati. Ed è composta dalla spesa, ovvero dai soldi che gli italiani hanno effettivamente sborsato per giocare, e dalle vincite ripuntate. Un esempio può servire a chiarire: diciamo che si acquista un gratta&vinci da 1 euro, si gratta e si vince 1 euro. Si decide quindi di reinvestirlo in un altro tagliando, che però questa volta non è vincente. In un caso come questo, i contatori dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli segneranno 2 euro come raccolta (il costo dei due biglietti), 1 euro come spesa (la somma effettivamente uscita dal portafogli del giocatore) e 1 euro di vincita (per quanto sia stata reinvestita).

Fatta questa precisazione, ecco una mappa che mostra la distribuzione della raccolta a livello comunale

Commenta su Facebook