Nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale di Senigallia, nella provincia di Ancona, si è discusso del “Regolamento comunale per la prevenzione ed il contrasto del gioco d’azzardo patologico” e della mozione presentata dal gruppo consiliare Movimento 5 stelle per la modifica del “Regolamento comunale sugli apparecchi di trattenimento e svago e sulle sale giochi” in ottemperanza alla legge regione Marche n. 3 del 7/02/2017″.

“Avevamo inserito già durante il percorso: i 500 metri di divieto dai luoghi sensibili, dalle agenzie educative, dalle scuole e dai luoghi di aggregazione giovanile. Insieme avevamo scelto gli orari che escludevano quel momento in cui la vita scolastica poteva avere delle interferenze rispetto al gioco. Un percorso condiviso, che ha visto passo passo dei miglioramenti anche a livello Nazionale. Stiamo recependo la Legge Regionale, aggiungendo valutazioni, migliorie e la relazione svolta dalla Polizia Municipale. Questo Regolamento Comunale arriva in Consiglio ed ha come articolo 1 l’ambito di applicazione, nell’articolo 5 inseriamo invece l’eliminazione dell’interruttore elettrico. Nell’articolo 2 ci sono le finalità, ossia tutelare la salute dei cittadini prevenendo le ludopatie. L’articolo 3 prevede le procedure per l’installazione degli apparecchi da gioco. Nell’articolo 4 vengono delineate le modalità per l’ubicazione dei locali, richiamando le normative previste con la segnaletica certificata e le distanze. L’articolo 5 conferma l’orario 13-l’una di notte, escludendo la mattina per la tutela dei giovani. L’articolo 6 prevede le modalità di esercizio dell’attività e le informazioni alla clientela, come l’esposizione della tabella dei giochi proibiti e le certificazioni, o il divieto di esporre fuori dai locali cartelli che pubblicizzino le vincite. L’articolo 7 riguarda ulteriori misure di contenimento del fenomeno. Sono previsti anche contributi per chi sceglie di rinunciare alle slot e azioni di sensibilizzazione e prevenzione. L’articolo 8 prevede le sanzioni per le violazioni. Nell’articolo 9 sono inserite disposizioni finali e transitorie. Il regolamento entrerà in vigore a partire dalla pubblicazione sull’Albo Pretorio del Comune. Credo che questo regolamento possa essere un passo importante per la tutela dei giovani e in tema di utilizzo dei giochi leciti”. Sono le parole pronunciate durante la discussione dall’Assessore Campanile.

Per quanto concerne la mozione presentata dal M5S, la Consigliera Martinangeli ha detto: “Senigallia ha sempre visto maggioranza e opposizione affiancati riguardo al tema del contrasto al gioco patologico. In seguito a questa nostra mozione, saranno inserite nel nuovo regolamento che andremo ad approvare le misure recepite dalla Legge Regionale e dal Decreto Dignità. Ritengo quindi opportuno ritirare la mozione per poi andare a votare il Regolamento sul gioco”.

“Vorrei farvi riflettere sulle fasce orarie messe nel Regolamento. Propongo di inserire ad esempio l’orario di chiusura dalle 6 alle 9, dalle 12 alle 15 e dalle 19 all’una nei giorni feriali e lasciare 13-l’una per i festivi e prefestivi. Si rientra così nel limite di 12 ore della Legge Regionale. Bisognerebbe, inoltre, trovare agevolazioni maggiori per chi dismette gli apparecchi da gioco”, ha suggerito il consigliere Mandolini.

“Sono tre anni che abbiamo valutato gli orari. Tenere spenti gli apparecchi la mattina è stato condiviso da tutti. Nei prossimi mesi valuteremo bene, ma questa scelta che abbiamo fatto credo sia positiva”, ha risposto l’Assessore Campanile.

Il Regolamento comunale per la prevenzione ed il contrasto del gioco d’azzardo patologico è stato votato e approvato all’unanimità in Consiglio Comunale. Approvata, inoltre, con 19 voti favorevoli su 19 presenti l’Immediata Eseguibilità.

Commenta su Facebook