Anche questa appena iniziata sarà un’estate difficile per il settore dei giochi, non è una novità ma non vogliamo certo rassegnarci o farci l’abitudine.

Tutte le questioni aperte sono rimaste all’ordine del giorno e ai vecchi problemi se ne sono aggiunti altri che rendono sempre più difficile la vita delle aziende del comparto. Ci aspetta un periodo di contenziosi in cui gli operatori, costretti a resistere, cercheranno di contrastare le disposizioni espulsive previste per il gioco pubblico; nel Lazio, come in altre regioni e comuni italiani, la speranza è che l’adeguamento alle nuove norme e ai nuovi regolamenti sia compatibile con la sopravvivenza delle imprese di settore.

In Parlamento c’è già chi manifesta i primi segnali di attenzione e sensibilità per la difficile situazione che caratterizza oggi il comparto del gioco, serve però un maggiore impegno delle associazioni di settore, è importante far capire che il gioco può e deve essere governato e che questo può avvenire solo garantendo opportunità di crescita ed un onesto guadagno per le realtà imprenditoriali che accettano di collaborare con lo Stato nella distribuzione dei giochi.

Questi sono solo alcuni degli argomenti trattati nell’edizione 176 di Jamma Magazine che è già disponibile online e in versione eBooks ai link seguenti:

Jamma Magazine
Versione online desktop e mobile
Versione e-book


Per ricevere Jamma Magazine:

abbonati
Oppure:

Articolo precedenteiGB Live! è un luogo eccezionale per costruire la consapevolezza del marchio Fazi
Articolo successivoLotto e 10eLotto: ecco le vincite del 2 luglio