Il ministro dell’economia e delle finanze francese Bruno Le Maire ha assicurato la concessionaria di gioco Française des Jeux sarà privatizzata “entro la fine dell’anno”, “se le condizioni del mercato lo consentiranno”.

“Ho avviato la ricerca del consiglio dei banchieri per poter avviare questa operazione di privatizzazione della Française des jeux entro la fine dell’anno. Voglio farlo in condizioni di totale trasparenza “, ha aggiunto, sottolineando che i francesi potranno partecipare e diventare azionisti dell’operatore di gioco.

Il principio della privatizzazione dei giochi francesi è stato approvato ai sensi del Pact Act contemporaneamente a quello di ADP. Ma il lancio di quest’ultima operazione è stato posticipato dopo il via libera dato dal Consiglio costituzionale ad un processo parlamentare per organizzare un referendum sul disimpegno dello Stato della società di gestione degli aeroporti di Parigi.

Alla domanda su quanto lo stato spera di attingere dalla vendita dei giochi francesi, Bruno Le Maire ha affermato che dipenderà in gran parte dalle condizioni del mercato. “Può essere ancora qualche miliardo di euro”, ha aggiunto.

Nel 2018, i francesi hanno scommesso 15 miliardi di euro.