Con l’utilizzo quotidiano di internet, siamo ormai abituati a svolgere anche le mansioni più semplici stando seduti davanti al nostro pc. Una delle azioni che si compiono sempre più frequentemente usando internet è quella dei pagamenti online. Ovviamente non è possibile acquistare un oggetto remoto utilizzando la semplice banconota (a meno che non si scelga l’ormai inusuale opzione di contrassegno), per questo motivo sono state introdotte sono state create le carte prepagate virtuali, pensate unicamente alla sicurezza dell’acquirente. Purtroppo i furti anche tramite internet non sono poi così insoliti, per questo motivo i vari istituti di credito hanno provato ad andare incontro alle necessità degli utenti, permettendo loro di acquistare online in totale sicurezza.

Cosa sono le carte prepagate virtuali

Quando acquistiamo qualcosa online, poco prima di confermare un ordine viene chiesto quale tipologia di pagamento si preferisce. Il più classico bonifico bancario, molto meno pratico degli altri pagamenti, i conti correnti virtuali e le carte prepagate virtuali. Questa tipologia di carte vengono sempre più utilizzate dagli acquirenti online, data la loro semplicità e l’alto livello di sicurezza che garantiscono. Negli ultimi anni le carte prepagate si sono notevolmente evolute, collegandosi ad esempio alle applicazioni per smartphone, per tenere sotto controllo tutti i movimenti ed effettuare pagamenti bancari. Utilizzando le app è anche possibile trasferire determinate somme di denaro ad altre carte in modo veloce e sicuro. Fare i pagamenti online utilizzando le carte prepagate online è davvero semplice. Dopo aver creato la vostra carta, basterà inserire al momento dell’acquisto i dati forniti in fase di creazione, il numero di scadenza e il CVV. Le carte prepagate virtuali costituiscono la soluzione perfetta per proteggere i propri soldi anche quando si effettuano acquisti su internet. Le carte prepagate possono essere di due tipologie:

  • A scadenza: come suggerisce il nome, hanno un periodo di utilizzo limitato, deciso al momento dell’emissione.
  •  Usa e getta: sono pensate per degli utilizzi immediati e scadono in un periodo di tempo     relativamente breve, spesso di pochi giorni

La creazione di queste carte non comporta un movimento di denaro dal vostro conto principale. Viene creata una numerazione fittizia in modo da poter pagare i negozi online mentre i dati del vostro conto rimangono protetti.

Gli usi della carta prepagata

Questa tipologia di carta è adatta per vari utilizzi sia privati che professionali, anche differenti dagli acquisti online. Uno degli usi frequenti della carta prepagata è quello di dare ai figli uno strumento sicuro per poter effettuare degli acquisti, senza dover maneggiare il reale conto. La carta virtuale prepagata non è adatta per effettuare acquisti nei negozi fisici né tanto meno per farsi accreditare lo stipendio mensile, azione adeguata invece per le carte con IBAN. Le carte prepagate possono essere utilizzate anche per fare rifornimento nelle stazioni di servizio. Utilizzando la carta prepagata per carburante è possibile eliminare del tutto la scheda carburante. Nel caso delle aziende, quindi nell’ambito professionale, l’introduzione delle carte prepagate ha semplificato molte procedure burocratiche. Da qualche anno è stato accettato da quasi tutte le aziende il pagamento dei beni, utilizzando carte di credito prepagate. Una delle spese più frequenti all’interno di un’azienda è quella del rifornimento di carburante dei veicoli aziendali. Precedentemente, quando si doveva fare il rifornimento per i veicoli aziendali, era necessario compilare delle documentazioni che permettevano di controllare gli acquisti. Oltre a quelli esteri, sono circa 22.000 i benzinai in Italia che ormai accettano i pagamenti tramite carta prepagata, permettendovi di risparmiare tempo ed energie.Gli estratti conto delle carte prepagate vengono accettate come certificazione delle spese, utili per la detrazione dell’IVA.

 

Commenta su Facebook