La Gambling Commission britannica ricorda agli operatori uno strumento che può aiutarli a garantire che i loro annunci non appaiano sui siti web che violano il copyright.

La condizione di licenza 16.1.1 stabilisce che gli operatori devono: a) garantire che non inseriscano annunci digitali su siti web che forniscono accesso non autorizzato a contenuti protetti da copyright; b) adottare tutte le misure ragionevoli per garantire che le terze parti con cui stipulano contratti per la fornitura di qualsiasi aspetto della loro attività relativo alle attività concesse in licenza non inseriscano annunci digitali su siti web che forniscono accesso non autorizzato a contenuti protetti da copyright; c) garantire che i termini in base ai quali stipulano il contratto con tali terze parti consentano loro, fatto salvo il rispetto di eventuali disposizioni di risoluzione delle controversie, di risolvere prontamente il contratto della terza parte se, a ragionevole giudizio del licenziatario, la terza parte è stata responsabile dell’immissione digitale di annunci per le attività concesse in licenza su tali siti web.

Per aiutare gli operatori ad aderire a queste condizioni, la Commissione sta incoraggiando le aziende di gioco d’azzardo a iscriversi all’Infringing Website List (IWL) che è di proprietà della City of London Police Intellectual Property Crime Unit (PIPCU). Si tratta di un portale online contenente un elenco aggiornato di siti che violano il copyright e aiuta inserzionisti, agenzie e altri intermediari a determinare su quali siti non devono essere pubblicizzati. Per iscriversi all’elenco e accedere alla guida completa del nuovo account IWL, inviare un’e-mail a PIPCUantipiracy@city-of-london.pnn.police.uk e richiedere l’apertura di un account. Come parte della richiesta, gli operatori dovrebbero includere il loro indirizzo completo dell’azienda, numero di telefono di contatto, indirizzo e-mail e una riga che spieghi cosa fa la loro azienda.