La Regione Toscana, in collaborazione con l’Istituto di fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Ifc) di Pisa, ha promosso uno studio sul gioco d’azzardo patologico in Toscana al fine di comprendere quanto questo fenomeno sia diffuso e stimare la portata di eventuali problematiche da esso derivanti.

Uno studio, chiamato Gaps, che rappresenta un approfondimento del più noto studio nazionale Ipsad e che costituisce parte integrante del piano regionale di contrasto al gioco d’azzardo patologico in Toscana. Per realizzarlo è stato effettuato il campionamento di 84 Comuni toscani e il Comune di Cecina (LI) è risultato tra quelli selezionati per cui a vari cittadini sorteggiati verranno inviati, nel periodo compreso tra giugno e settembre, dei questionari da compilare per l’indagine.