tar tribunale
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – E’ accusato di essersi introdotto abusivamente nella cantina di una pizzeria di Bressanone (BZ) e di aver manomesso i server del sistema informatico che governa le macchine Videolottery attivate nel locale pubblico.

L’uomo, di 50 anni, è ora sotto processo con l’accusa di violazione di domicilio e truffa. Intervenendo sul sistema informatico era riuscito a stamparsi undici buoni gioco previsti in caso di vincita da poter cambiare in contanti alla cassa della sala giochi.

Un sistema che – secondo il capo d’imputazione – avrebbe permesso all’imputato di mettersi indebitamente in tasca 23mila euro.

Nello stesso procedimento l’uomo è accusato di ben altri sei episodi di truffa ai danni di operatori commerciali dei più svariati settori. Tutte le parti lese sono state individuate e dunque potranno tentare di ottenere un risarcimento dell’uomo in caso di condanna.

Commenta su Facebook