SCOMMESSE – La polizia cinese ha arrestato 540 persone sospettate di aver organizzato delle scommesse online illegali durante i Campionati del Mondo di calcio in corso in Russia.

La piattaforma internet incriminata avrebbe creato un giro complessivo di circa un miliardo di euro. La maggior parte delle transazioni sarebbe avvenuta tramite il ricorso a Bitcoin. Oltre 330mila sarebbero gli scommettitori finiti nella rete degli inquirenti, secondo l’agenzia Cina Nuova.

Le persone arrestate hanno fatto ricorso a una settantina di applicazioni mobili e di siti internet per attirare nuovi, potenziali, scommettitori. Ricordiamo che nel grande Paese asiatico questo genere di attività è vietato dalla legge. Per i cinesi esiste tuttavia la possibilità di far capo a lotterie sportive legali di Stato.

Commenta su Facebook