La polizia ha bloccato a Palermo, lungo i viali del parco della Favorita, una corsa clandestina di cavalli seguita da un centinaio di giovani a bordo di moto, che occupavano l’intera carreggiata per impedire il transito di altri mezzi. I due cavalli sono stati affidati in custodia giudiziaria ad un centro ippico.

Alla vista dei poliziotti, i circa cento giovani che seguivano la corsa a bordo di scooter e moto hanno cercato di agevolare la fuga di due guidatori in sulky. Malgrado ciò, i poliziotti sono riusciti a rintracciare un calesse e ad identificarne uno dei driver. Subito dopo, in viale Diana, l’altro calesse in gara è stato raggiunto e fermato. Poco prima di essere avvicinato, un soggetto poi identificato ha favorito la fuga del guidatore a bordo di una moto di grossa cilindrata.

Secondo quanto riferisce AgenPress.it tutti sono stati denunciati per associazione a delinquere finalizzata al maltrattamento e all’abbandono di animali. Altre indagini sono in corso per ricostruire la rete degli organizzatori di queste corse che alimentano il mercato nero delle scommesse clandestine sfruttando gli animali.