Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) E’ stato notificato, questa mattina 11 gennaio, l’atto di chiusura  per una sala  videolottery di Prato. Il titolare ha 24 ore di tempo per abbassare definitivamente la saracinesca.Nell’ agosto del 2016 ha ottenuto dalla questura l’autorizzazione per la raccolta delle scommesse , ma nel settembre dello stesso anno la polizia municipale ha avviato una serie di controlli che hanno portato alla chiusura per la violazione dell’articolo 4 della LR 57/2013 per il contrasto alla ludopatia che vieta l’apertura di sale da gioco e di spazi per il gioco che si trovino in un raggio di 500 metri da istituti scolastici di qualsiasi grado. La sala infatti si trova a soli 250 metri da una scuola dell’infanzia. Da qui la decisione da parte del Servizio del governo del territorio di disporre “il divieto di prosecuzione immediato dell’attività di raccolta scommesse e commercializzazione dei giochi pubblici”.

Non è la prima volta che il Comune di Prato ha chiuso una videolottery applicando la normativa regionale. Un provvedimento che in zona Macrolotto 0, vicino al liceo Livi, ha avuto  nel giugno del 2015 l’approvazione del Tar.

Commenta su Facebook