“Tutte le età sono colpite dalle dipendenze. E spesso, troppo spesso, non se ne parla esplicitamente. Molti hanno timore di manifestarle. Be, questo convegno, ci da la possibilità di farlo”.

E’ quanto ha detto il vicesindaco di Porto San Giorgio (FM), Francesco Gramegna durante la presentazione del convegno ‘La Grande Sfida’ che si terrà a teatro il prossimo 29 novembre. Una giornata – si legge su cronachefermane.it – in cui al centro dei confronti e dei dibattiti ci saranno le dipendenze e l’azzardo patologico tra prospettive di cura e prevenzione, nelle Marche. L’evento è stato organizzato dall’associazione onlus La Speranza, dall’organizzazione Orme, dalla Croce bianca, dalla Ama Aquilone con il patrocinio dell’Asur, della Regione, della Provincia e, ovviamente, del Comune di Porto San Giorgio.

“A distanza di oltre 15 anni dall’adozione di atto di riordino del sistema delle dipendenze e a sei anni dalla sua prima revisione – spiegano gli organizzatori – il convegno riflette sulla questione delle dipendenze patologiche da più parti definita come un’emergenza socio-sanitaria. La discussione riguarderà anche la recente approvazione del Piano regionale Integrato per il contrasto, la prevenzione e la riduzione del rischio da gioco d’azzardo patologico, e da nuove tecnologie e social network, le cosiddette dipendenze digitali. Nel pomeriggio si alterneranno interventi tecnici da parte dei professionisti del privato e del pubblico, con un focus sui punti critici e di forza dei temi trattati. La prima parte del convegno si concluderà con una tavola rotonda che vedrà coinvolti rappresentanti dei vari schieramenti politici che saranno sollecitati a rispondere alle complesse questioni emerse nel pomeriggio. La serata – si diceva- vedrà protagonista Popsophia con un Philosow incentrato sul tema del ‘Potere dell’Empatia’”.