PAGCOR ha partecipato all’incontro inter-agenzia con DILG, DOJ, NBI e PNP del 14 settembre 2022 per affrontare e contrastare i reati legati al gioco illegale nel Paese che coinvolgono lavoratori filippini

A causa di un numero crescente di segnalazioni per episodi di rapine legati a operazioni di gioco offshore illegali nel Paese, la Philippine Amusement and Gaming Corporation (PAGCOR) ha intensificato la collaborazione con il suo Governo e con le forze dell’ordine.

In un incontro inter-agenzia tra PAGCOR, Dipartimento degli Interni e del Governo Locale (DILG), Dipartimento di Giustizia (DOJ), Polizia Nazionale Filippina (PNP) e Ufficio Nazionale di Investigazione (NBI) che si è tenuto ieri, ogni agenzia si è impegnata a contribuire a salvaguardare il benessere e la sicurezza, non solo dei filippini ma anche dei cittadini stranieri che lavorano nel Paese.

Il presidente e CEO di PAGCOR Alejandro Tengco ha affermato che la collaborazione inter-agenzia è una risposta alle istruzioni del presidente Ferdinand Marcos, Jr. di affrontare i recenti casi di rapina relativi alle operazioni di gioco offshore filippine (POGO) e altre attività illegali. 

“Il presidente è preoccupato per l’immagine del Paese e di questa amministrazione che è offuscata da questi incidenti”, ha affermato.

Articolo precedenteIl CASINO’ DI CAMPIONE apre una nuova sala giochi dedicata ai fumatori
Articolo successivoFrancia, nominati tre nuovi membri del Collegio dell’Autorità Nazionale del Gioco (ANJ)