Il direttore generale dell’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM), Marcello Minenna (nella foto), e il vicepresidente di Confcommercio Donatella Prampolini hanno firmato un protocollo d’intesa per semplificare, razionalizzare e rendere più efficiente, attraverso un sistema di controlli più snello, la filiera di distribuzione di mascherine, del materiale DPI e di beni mobili da utilizzare per il contrasto alla diffusione del Covid-19. Oltre che per assicurare una capillare distribuzione di questi dispositivi favorendo così la massima sicurezza in questa fase di allentamento degli obblighi di distanziamento sociale e di ripresa delle attività economiche con la massima sicurezza. ADM provvederà, in particolare, tramite proprie direttive interne, a garantire che gli ordini effettuati in base al protocollo siano sdoganati con le procedure più celeri a disposizione e in esenzione di Iva e dazi doganali, fornendo assistenza amministrativa per gli ordini di mascherine da distribuire gratuitamente ai loro dipendenti.

Advertisement

Confcommercio e le sue Associazioni, anche attraverso società di servizi o operatori di fiducia mandatari, ordineranno i prodotti con la dicitura “per conto e nell’interesse del Comune, della Regione o di altro Ente Territoriale”, utilizzando per ogni ordine un unico modulo di svincolo diretto nel quale sarà nel caso indicato il diritto a beneficiare del regime di esenzione fiscale.

“ADM è sempre stata in prima linea in questo momento particolarmente delicato, come testimonia la sottoscrizione di questo protocollo con Confcommercio con il quale ci impegniamo a sdoganare in maniera celere e in esenzione Iva e dazi doganali per favorire la distribuzione gratuita di materiale indispensabile per fronteggiare l’emergenza pandemica in corso ai dipendenti delle imprese operanti nel territorio dei singoli comuni o di altri enti territoriali. Il nostro obiettivo è fornire sempre risposte concrete ed efficaci nel fronteggiare l’emergenza pandemica in corso”, afferma Minenna.

“Siamo estremamente felici del rapporto di collaborazione instaurato con Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, teso a semplificare le importazioni di dispositivi di protezione quanto mai importanti in questa fase. Sarà nostra premura fare in modo che all’accordo quadro nazionale seguano, in collaborazione con gli enti locali, analoghi accordi su tutto il territorio nazionale”, dichiara Prampolini.