Il tecnico della manutenzione era stato chiamato dallo stesso proprietario del bar, che si era accorto che la slot machine non funzionava a dovere. L’esperto si era accorto della manomissione e da quel momento era partita l’indagine, che aveva portato al colpevole.

Il Tribunale di Mantova ha condannato un uomo a quindici mesi di reclusione per aver intascato vincite in maniera illecita. Potendo entrare tranquillamente nel bar, dovendo fare dei lavori sul mobilio, aveva avuto la possibilità di manomettere la macchina e poi di poter incassare premi per circa 2.400 euro. E’ quanto si legge su ilgazzettinonuovo.it.