Mafia, droga, ludopatia. Questioni su cui l’amministrazione di Lonate Pozzolo (VA) è particolarmente attiva. La Consulta per la legalità, che già era stata operativa in passato promuovendo soprattutto attività di carattere culturale, coinvolgendo molto le scuole, è partita rinnovando il proprio regolamento – approvato qualche mese fa all’unanimità in consiglio comunale – aprendosi anche alle forze dell’ordine del territorio: ieri in rappresentanza della Polizia Locale ha preso parte alla seduta il commissario Samanta Scrosati, che ha testimoniato di come, negli anni, ci sia stata la volontà delle forze dell’ordine di sensibilizzare la popolazione, partendo dalle scuole, sui temi della legalità, ma di come il costante calo degli agenti abbia determinato un’interruzione di alcune attività per non togliere le forze al territorio.

La scuola e la sensibilizzazione dei più giovani è uno dei primi punti in cantiere pur ammettendo che gli studenti siano quelli «più avanti in materia, impegnandosi in iniziative su bullismo e ludopatia».