Il Dipartimento per il digitale, la cultura, i media e lo sport (DCMS) britannico ha lanciato oggi il Gambling Act Review con la pubblicazione di una “Call for Evidence” sul Gambling Act 2005. La Call for Evidence, che durerà fino al 31 marzo 2021, esaminerà le restrizioni online, il marketing e i poteri della Gambling Commission come parte di un’importante e ampia revisione delle leggi sul gioco d’azzardo.

Rispondendo alla pubblicazione della Call for Evidence, il CEO della Gambling Commission, Neil McArthur (nella foto), ha dichiarato: “Accogliamo con favore la revisione del governo sul gioco d’azzardo che terrà conto anche dei nostri poteri e risorse. Il nostro lavoro è rendere il gioco d’azzardo più sicuro e la revisione crea un’opportunità per sfruttare i progressi che abbiamo fatto per proteggere i giocatori e il pubblico, come il rafforzamento dell’età e la verifica dell’identità, nuove linee guida rigorose per i cosiddetti schemi VIP e il divieto del gioco d’azzardo con carte di credito. In qualità di consigliere statutario del Segretario di Stato, non vediamo l’ora di contribuire con il nostro consiglio per aiutare con la revisione del governo e continueremo il nostro stretto rapporto di lavoro con DCMS mentre la revisione procede. Abbiamo chiarito agli operatori del gioco d’azzardo che continueremo a lavorare al ritmo per agire per proteggere i consumatori mentre è in corso la revisione della legge sul gioco d’azzardo”.

Leggi la Call for Evidence e dì la tua