In seguito alla pubblicazione del Rapporto interinale della rassegna indipendente sull’integrità nel tennis, il 25 aprile, il Comitato di revisione indipendente ha pubblicato ieri, 19 dicembre, il suo rapporto finale. Le Raccomandazioni della relazione finale del gruppo di esperti scientifici comprendono la rimozione degli incentivi per le violazioni di integrità, l’istituzione di un TIU appena potenziato con un consiglio di vigilanza indipendente, misure educative, una maggiore cooperazione e collaborazione con il settore delle scommesse.

Si raccomanda inoltre alle autorità nazionali di sviluppare una regolamentazione nazionale e ratificare la Convenzione del Consiglio d’Europa sulla manipolazione dei concorsi sportivi. Il gruppo di esperti scientifici non ha individuato alcuna prova di corruzione istituzionale o copertura da parte delle autorità tennistiche o della Tennis Integrity Unit (TIU).

Il Presidente GLMS, Ludovico Calvi, ha dichiarato: “Sostenendo ogni sforzo verso la trasparenza e l’integrità, GLMS accoglie con favore la decisione degli organi di governo del tennis di procedere a una revisione indipendente. La raccomandazione per una cooperazione rafforzata con il settore delle scommesse è di grande importanza e siamo lieti che GLMS abbia stipulato un accordo dal maggio 2018 a tale scopo con la TIU e non vediamo l’ora di fornire alla TIU ulteriore supporto attivo nei prossimi mesi e anni. Inoltre, accogliamo con favore la chiamata alle autorità nazionali per la regolamentazione delle scommesse e in particolare per la ratifica della Convenzione di Macolin. Ricordando che le scommesse sportive sono regolate a livello nazionale dalle rispettive autorità pubbliche nazionali, GLMS richiede ambienti di scommesse sportive legalizzati e ben regolati, integrati da misure concrete contro le scommesse sportive illegali”.

Per quanto riguarda le preoccupazioni espresse nella relazione riguardante le sponsorizzazioni di scommesse nel tennis, il Presidente GLMS aggiunge: “Benché comprendiamo le preoccupazioni espresse dal Gruppo sui rischi legati alla sponsorizzazione delle scommesse, GLMS ricorda che la sponsorizzazione non è un problema di per sé. Tuttavia, è necessario prevenire i conflitti di interesse. Prendendo seriamente in considerazione questo problema, GLMS ha recentemente pubblicato il suo Codice di condotta sulle scommesse sportive, che include disposizioni chiare in termini di prevenzione di eventuali conflitti quando si tratta dei suoi membri che sponsorizzano le organizzazioni sportive”.