tribunale
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Ci sarà un processo per il clan camorristico Terracciano, indagato da molti anni in Toscana tra Firenze, Prato e Viareggio e a carico del quale sono state fatte varie inchieste dalla Dda di Firenze a partire dal 2007. Il gup Angelo Antonio Pezzuti adesso ha rinviato a giudizio 52 soggetti: sono esponenti di vertice del gruppo criminale, fiancheggiatori e prestanome nel controllo di aziende commerciali.

La prima udienza sarà l’11 gennaio 2019 all’aula bunker di Firenze. Per 16 imputati l’accusa principale è di associazione a delinquere di stampo mafioso, armata, finalizzata a compiere numerosi delitti di usura, estorsione, scommesse clandestine, sfruttamento della prostituzione, commercio di merce contraffatta, riciclaggio, controllo e gestione di locali notturni e imprese di ristorazione, immobiliari, abbigliamento e automobili. Per gli altri imputati sono contestati, a vario titolo, il concorso nei reati fine dell’associazione.

Per le indagini, svolte dalla guardia di finanza, i proventi delle attività illecite in Toscana venivano riciclati in imprese commerciali. Aziende che nel corso delle varie inchieste sono state sottoposte a sequestri, anche per valori ingenti.

Commenta su Facebook