“Al fine di contribuire alla positiva uscita dalla situazione emergenziale “Coronavirus”, riducendo focolai e contagi, alla luce delle ultime determinazioni governative, la scrivente le chiede l’adozione di interventi straordinari affinché i dipendenti dell’Agenzia delle Dogane siano messi nelle condizioni di operare al meglio sotto tutti i diversi punti di vista.

Preso atto della determinazione assunta da uno dei più importanti uffici pubblici del Paese, la Procura della Repubblica di Milano, si chiede che tutti i genitori di figli minori a casa per la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, nonché degli asili nido, siano autorizzati ad assentarsi per tutto il periodo di chiusura determinato dalle autorità competenti. Come assunto dalla stessa Procura, si chiede altresì che ai colleghi interessati sia riconosciuta, ai sensi dell’art. 19 del Decreto Legge n. 6 del 02.03.2020, la presenza in servizio a tutti gli effetti, con l’esclusione del buono pasto.

Consapevoli che trattasi di una misura assolutamente straordinaria, la scrivente ritiene che la stessa possa essere un contributo sostanziale all’abbattimento del grave rischio sanitario che coinvolge in questo momento il nostro Paese”.

Valentino Sempreboni, coordinatore nazionale Federazione Confsal-Unsa