A testa alta Pierluigi e Simone, titolare di un’agenzia di scommesse, chiedono di poter tornare a lavorare.

“Siamo Pierluigi e Simone, due soci che chi ha lasciato l’università e chi ha lasciato l’attività di calciatore abbiamo investito con l’aiuto dei nostri genitori in una Planetwin365. Abbiamo impiegato tempo e denaro. In questi anni tasse, spese, poichè le agenzie sono quelle che pagono più di tutti e anche adesso stiamo pagando il doppio. Abbiamo investito su questo lavoro tutto il nostro futuro. Pierluigi fra un anno si sposa mentre Simone è da poco diventato papà e tutto questo fatto e studiato in base al lavoro che avevamo. Adesso ci troviamo da tre mesi chiusi e senza aiuti, con spese che dovremmo affrontare. Aiutateci, non cè motivo di tenerci chiusi, questo lavoro che una volta era nelle mani di… adesso si sta facendo onore nelle mani di bravi ragazzi e belle persone. Tu governo non fare in modo di rovinare, come purtroppo stai facendo, di nuovo questo settore. Basta, lasciaci aprire, facci vivere. Altrimenti succederà davvero un disastro e come si suol dire a Napoli, muore Sansone con tutti i figli. Basta!”.

SE HAI DA DIRE QUALCOSA ANCHE TU, VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA DI LAVORATORE DEL GIOCO LEGALE, INVIA UNA EMAIL A [email protected]

o un messaggio via facebook alla pagina Jamma-Il quotidiano del Gioco

Ricordati di indicare il tuo nome